Salta al contenuto principale

Un percorso modellato sulla professionalità

La nostra azienda ha un grande patrimonio di esperienza. L’unione delle competenze dei due soci nella prototipazione e la presenza di professionisti eccellenti tra le sue risorse, in pochi anni hanno reso RGTECH una realtà di importanza internazionale.

2007

Dopo anni di lavoro nel settore della prototipazione e del low volume, Roberto Gencarelli e Roberto Maiorano, decidono di aprire un'attività commerciale che rappresenti la loro visione del settore, fortemente radicata sul territorio piemontese e totalmente incentrata sulle esigenze del cliente.

2009

Inizia a prendere forma l'idea della produzione interna, con la creazione dell'officina.
Il controllo dei particolari lavorati da parte di fornitori esterni viene effettuato in RGTECH, così da offrire ai clienti un prodotto perfetto in ogni dettaglio, che soddisfi e superi le loro aspettative.

2010

Viene inaugurato il sito produttivo a Beinasco, in provincia di Torino. 1.200 metri quadri a disposizione delle lavorazioni che RGTECH decide di gestire sempre più internamente. Oltre allo spazio, crescono le risorse, per gestire l'aumento delle commesse e dei clienti.

2011

Nasce il reparto presse, per offrire un valore aggiunto ai clienti anche rispetto a  questa lavorazione. Fin da subito vengono selezionate tecnologie all'avanguardia, per realizzare al meglio ogni tipo di stampo per le produzioni in serie e low volume.

2012

Il taglio laser diventa un'attività sempre più importante per RGTECH.
Vengono così ampliati gli spazi e le tecnologie dedicate a questa lavorazione, così da poter realizzare anche quelle più particolari, fino a questo momento affidate a fornitori esterni.

2013

La varietà di servizi offerta da RGTECH cresce ulteriormente. Vengono implementati il taglio ad acqua (waterjet) e la piegatura. Flessibilità, qualità e rapidità ispirano ogni fase della lavorazione. Caratteristiche che i clienti apprezzano, come dimostra la crescita internazionale dell'azienda.

2015

RGTECH si trasferisce a Bruino, a pochi chilometri dal sito originale ma su una superficie molto più ampia, che si estende per oltre 3.000 metri quadri e risponde alle prospettive di una realtà in costante evoluzione.